• inserisci la tua mail per ricevere gli aggiornamenti!

    Segui assieme ad altri 60 follower

  • Segui anche: guidaturisticarvieto.it

  • civitadibagnoregiotour.com

  • ITINERARI

    ITINERARI
    (fai click sulla foto)
    Places to visit
    (click on the picture)

  • Viterbo

    Viterbo

  • Terme di Viterbo "Bullicame" spa

    Terme di Viterbo "Bullicame" spa

  • Orvieto

    Orvieto

  • Civita di Bagnoregio

    Civita di Bagnoregio

  • Bolsena

    Bolsena

  • Bolsena lake

    Bolsena lake

  • Bomarzo

    Bomarzo

  • Palazzo Farnese - Caprarola

    Palazzo Farnese - Caprarola

  • Tuscania

    Tuscania

  • Villa Lante - Bagnaia

    Villa Lante - Bagnaia

  • Motefiascone

    Montefiascone

  • Tarquinia

    Tarquinia

  • Vitorchiano

    Vitorchiano

ESCURSIONE A NORCHIA

Il freddo e gli sprazzi di neve ancora persistenti non hanno ostacolato oggi, semmai reso più suggestiva, l’escursione programmata a Norchia insieme al mio amico Agostino, “cavaliere d’altri tempi”, come ama egli stesso definirsi, con la passione per la natura e la cultura, oltre a quella per la cartografia, il cinema e tanto altro e, ovviamente, abile accompagnatore escursionistico.

Norchia è una delle più affascinanti necropoli rupestri dell’Etruria risalente al IV  secolo a.C., con una vasta varietà di tombe disposte a terrazze, a semidado e dado semplice con la peculiarità del vano di sottofacciata aperto a portico. 

 L’abitato, che gravitava nell’orbita di Tarquinia, sorgeva lungo la via Clodia  su uno stretto pianoro di tufo posto alla confluenza del torrente Pile e il Biedano.

 Il nostro percorso inizia dal pianoro sul ciglio del fosso Pile per scendere fino al letto del fossato ad ammirare le tombe più famose a dado con finte porte.

 

Proseguendo poi per il fosso dell’Acqualta al vertice dell’abitato, si incontrano le tombe più spettacolari della necropoli, quelle doriche, con timpani scolpiti a scene guerresche.

 

Nella valle del Biedano, nei pressi della Cava Buia, è racchiusa nella fitta vegetazione la monumentale tomba Lattanzi, con  facciata a due piani; il piano inferiore era aperto sulla fronte a portico con due colonne e a  sinistra si trova una scultura raffigurante un leone.

La strada consolare Clodia attraversava l’abitato e, dopo aver superato il Biedano con un ponte, di cui sono ancora visibili i resti, arrivava  sul pianoro opposto attraverso la profonda e suggestivo Cava Buia, lunga oltre 400 mt con pareti alte oltre 10 mt , altra emozionante attrazione di Norchia.

Tappa finale (e meritata): la bellissima fonte Paradiso.

Annunci

4 Risposte

  1. Bello, molto bello!Sono stato a Norchia due volte trovato quasi tutto meno che la tomba Lattanzi, e fonte Paradiso, ti posso chieder dove rimangono? grz 😀

  2. Grz mille di torniamo Domenica 8 Febbraio, speriamo di essere fortunati 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: